Palazzo Camozzi

Palazzo Camozzi

è ubicato lungo gli spalti a sud/ovest delle antiche mura difensive di Mozzanica.

Il palazzo presenta una forma a U composto da un corpo principale con i rustici e i vani di servizio, dal salone centrale e un giardino cui si può accedere anche dal centro storico.

Il soffitto del salone più grande è arricchito con motivi floreali in stile liberty molto simili a quelli presenti nel vano scala di Villa Pagnoni a Canonica D’Adda; la saletta minore invece presenta decorazioni in stile rinascimentale e un pavimento originale in legno.

Nel giardino, che ha le forme tipiche del giardino paesistico dell’ottocento, vi sono rari esemplari arborei, canne di bambù che affiancano la recinzione e arbusti sempreverdi alternati da fiori. Alcuni boschetti su collinette si alternano ai prati.

Le origini del palazzo permangono incerte: probabilmente fu la famiglia Candiani a costruirlo nel secolo XVI per poi passare prima alla famiglia Giani e poi alla famiglia Caimi. Nei primi decenni del XIX secolo fu acquistato da Pietro Camozzi e i suoi eredi provvedono ancora oggi alla manutenzione dell’edificio e del giardino.