Parco della Geradadda

Parco della Geradadda

Il Parco della Geradadda è un PLIS istituito nel 2007 che comprende i comuni di Arcene, Canonica d’Adda, Casirate d’Adda, Ciserano, Fara Gera d’Adda, Pontirolo Nuovo e Treviglio.

Il territorio del Parco si estende dal comune di Pontirolo al comune di Casirate, comprendendo anche parte del territorio dei comuni di Ciserano, Treviglio ed Arcene. Il Parco è caratterizzato da una fitta rete irrigua, costituita da parte del fiume Adda e dalle rogge derivate dall’Adda e dal Brembo, tra cui le principali sono: la roggia Vailata (derivata dal fiume Adda), la roggia Brembilla, la roggia Moschetta, la roggia Vignola e la roggia Melzi (derivate dal fiume Brembo).

La rete idrica ha determinato la vocazione agricola del territorio del Parco, caratterizzato da grandi estensioni di parchi coltivati a mais e cereali, intervallati da siepi e filari che rendono vario il paesaggio. Elemento caratterizzante la geomorfologia del Parco è la denominata “costa”, un terrazzamento fluviale ubicato tra Treviglio, Fara e Casirate, che da origine ad una variegata altimetria. Nelle aree limitrofe alla “costa” sono presenti zone residuali di bosco, dove si trovano farnie, olmi campestri, frassini, pioppi neri, carpini bianchi e aceri campestri. Nel Parco si possono effettuare diversi itinerari lungo le strade campestri che conducono alle cascine o ai centri abitati, nei quali si trovano le principali emergenze architettoniche.