Ex Filanda Paladini

Ex Filanda Paladini

si trova nel cuore di Casirate D’Adda accanto al Palazzo Paladini, sede del Municipio. L’ex opificio, in parte demolito negli anni Ottanta del XX secolo, presenta ancora i tratti distintivi dell’architettura industriale del XIX secolo e si possono ancora riconoscere i magazzini.

Nelle sue vicinanze fu costruito, nel 1912, l’asilo infantile che garantiva ai figli degli operai della filanda un posto confortevole in cui stare quando i genitori erano al lavoro. La sua costruzione fu voluta dalla famiglia Paladini, proprietaria della filanda, che per l’occasione organizzò anche lotterie, pesche di beneficenza, spettacoli teatrali e raccolte fondi.

Originariamente la filanda era possedimento della famiglia Blondel, svizzera, che nella seconda metà del secolo XVIII giunse in Italia per esercitare l’industria del baco da seta e scelsero proprio Casirate D’Adda per costruire la loro filanda più all’avanguardia. Enrichetta figlia di Luigi Blondel, diventerà poi la moglie di Alessandro Manzoni. 

Nel XIX i possedimenti Blondel vengono acquistati da Gaetano Paladini e cessata l’attività della filanda i suoi eredi donano al Comune la villa Ex Arciducale e l’attiguo parco per essere sede del Municipio e la filanda che in seguito verrà adibita a residenze civili.