Cascina Ravaglia

La Cascina Ravaglia

è situata lungo la strada che collega Arzago D’Adda con Calvenzano, lungo la “costa”, il lembo di territorio elevato rispetto a quello circostante, che indica i margini dell’antico letto del Fiume Adda.

La Cascina si presenta come un grande complesso rustico quadrangolare (formato dai corpi di servizio, le abitazioni dei coloni, la residenza del fattore e la chiesa campestre di San Bernardo Abate realizzata nel corso del XVI secolo), già citato nei documenti del X secolo, anche se la sua data di edificazione è incerta. 

Attualmente la Cascina è di proprietà della famiglia De’ Capitani di Arzago, ma nel corso dei secoli è appartenuta prima a Bartolomeo Chiodi, ai Monaci Cistercensi di Caravaggio, alla famiglia Blondel e alla famiglia Paladini di Casirate D’Adda. 

Il complesso viene descritto come “una casa colonica e casa di villeggiatura con annesso giardino”. Fino a pochi anni or sono all’ingresso erano ancora leggibili gli inviti ad entrare per acquistare stracchini, formaggi prodotti con il latte delle vacche in transumanza che viaggiavano alla “stracca” lungo la strada Bergamina che collegava le valli bergamasche alla provincia di Lodi. Questi formaggi erano famosi in tutta la Lombardia.